Attualità

 

 

NOTIZIE AGGIORNATE AL 2 DICEMBRE 2017

 

IN EVIDENZA:

 

SOCIETÀ DI SAN VINCENZO DE PAOLI ONLUS

CONFERENZA CITTADINA “SAN LEOPOLDO”

Follonica Via Serri 33

Tel. 0566 45482

e-mail: svdpfollonica@virgilio.it

COMUNICATO

La San Vincenzo de Paoli Onlus di Follonica referente per Follonica del Banco Alimentare Onlus di Grosseto per la Colletta Alimentare 2017 comunica che sono stati donati nei quattro supermercati della città:

 5355  Kg. di alimenti così suddivisi : Coop di via Chirici 3002 Kg. Conad Palazzi Rossi: 826 Kg. Lidl 782 Kg. Pam 745 Kg.

Il risultato è molto positivo, in quanto sono stati donati 200 Kg. in più del 2016.

Ma il dato ancora più significativo è che circa 100 volontari si sono alternati durante le 12 ore di apertura dei supermercati con gioioso e proficuo impegno. Volontari di tutte le età appartenenti a realtà vive del nostro territorio come le Parrocchie, i movimenti, stranieri e semplici cittadini che hanno vivacizzato la giornata, invitando chi andava a fare la spesa a donare.

Un Grazie alle catechiste che hanno portato i bambini a vivere un’esperienza formativa vissuta sul campo della solidarietà concreta; al Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative di Follonica, al movimento dei Focolarini di Follonica, alla Chiesa Avventista del settimo Giorno di Massa Marittima che hanno assicurato insieme ad un gruppo di giovani stranieri che vivono in città una presenza continua per tutta la giornata e soprattutto hanno gestito la logistica dei trasporti da supermercato a magazzino. Un grazie a chi ha fornito i mezzi di trasporto la ditta Iacopo Ricceri e all’ape di Tullio.

Il ringraziamento più doveroso va alle migliaia di cittadini che facendo la propria spesa hanno pensato anche a chi la spesa la fa con difficoltà.

Grazie a tutti e appuntamento al 24 Novembre 2018 .

PS:

Gli alimenti raccolti saranno distribuiti alle associazioni del territorio convenzionate con il Banco Alimentare Onlus. A Follonica saranno distribuite alle 150 famiglie che si rivolgono all’Emporio della Solidarietà.

 

 

ADOTTA UN BISOGNO

ll Progetto “Adotta un Bisogno” di questo mese prevede il sostegno ad un nucleo familiare composto dalla mamma vedova , attualmente con gravi problemi di salute, e quattro figli. La figlia maggiore frequenta l'università e con il suo lavoro saltuario mantiene se stessa e aiuta la famiglia però, al momento, questa è l'unica entrata.

 

Per il progetto "Adotta un bisogno" del mese di OTTOBRE 2017 sono stati raccolti 2.221,73 euro. Si ringrazia per la generosità.

 

Sanvincenzo in(forma)

PROGETTO: EMPORIO DELLA SOLIDARIETA'
NOVEMBRE 2017:

150 famiglie hanno fatto la spesa all'Emporio di via Serri 33....
100 famiglie italiane hanno fatto 133 spese totale 717
50 Famiglie straniere hanno fatto 69 spese. totale 202
In totale sono stati consumati 6.359 punti Carità.
Con il mese di NOVEMBRE sono state effettuate 2159 spese totali.
6185 persone hanno usufruito del servizio.
Famiglie che a NOVEMBRE hanno richiesto la tessera Emporio : 3

Hanno fornito alimenti: BANCO ALIMENTARE DELLA TOSCANA, SOCI COOP FOLLONICA, REGIONE TOSCANA, CARITAS ITALIANA PROGETTO EMPORIO SOLIDALE,CARITAS DIOCESANA MASSA MARITTIMA,AIUTI EUROPEI FEAD,DONAZIONI BENEFATTORI. SI RINGRAZIA INOLTRE LA DITTA IACOPO RICCERI PER LA COLLABORAZIONE  PER L'APPROVVIGIONAMENTO MENSILE PRESSO IL BANCO ALIMENTARE DI FIRENZE.

 

 


COMUNICATO SAN VINCENZO DE PAOLI E EMPORIO DELLA SOLIDARIETA’.

Durante il 2016, 205  famiglie si sono rivolte all’emporio per la spesa settimanale ed anche quest’anno si sta operando con queste cifre. Ciò significa che stiamo diventando un piccolo ,ma efficiente super mercato della “Solidarietà” con giro di “affari” di circa 5 mila punti Carità mensili per cica 3600 KG di alimenti distribuiti.

Tale attività ha bisogno di personale che tenga in moto tutta l’iniziativa. Per l’apertura dell’Emporio non abbiamo nessuna difficoltà, in quanto abbiamo personale qualificato composto da due tempi parziali, tre civiliste  e persone volontarie che donano una parte del loro tempo a questa grande opera di Solidarietà.  Siamo,  invece, carenti di personale volontario nella  gestione del magazzino  per l’approvvigionamento degli alimenti.

Vorremmo quindi organizzare un gruppo di volontari che si dedichino essenzialmente all’attività di magazzino donando qualche ora del proprio tempo libero.

 Facciamo appello ai Componenti  delle comunità parrocchiali e a chi fosse interessato di dare la propria disponibilità per aiutarci a portare avanti  questo progetto di solidarietà a servizio dei nostri fratelli bisognosi.

Chi vuole conoscere il progetto EMPORIO SOLIDALE, lo invitiamo a venirci a trovare ogni martedì mattina in via Serri 33 o telefonare allo 0566 45482 per programmare un incontro-visita.

GRAZIE PER L’ATTENZIONE.

 

 

Per riflettere insieme:

Da’ il meglio di te

L'uomo è irragionevole, illogico, egocentrico
NON IMPORTA, AMALO
Se fai il bene, ti attribuiranno secondi fini egoistici
NON IMPORTA, FA' IL BENE
Se realizzi i tuoi obiettivi, troverai falsi amici e veri nemici
NON IMPORTA, REALIZZALI
Il bene che fai verrà domani dimenticato
NON IMPORTA, FA' IL BENE
L'onestà e la sincerità ti rendono vulnerabile
NON IMPORTA, SII FRANCO E ONESTO
Quello che per anni hai costruito può essere distrutto in un attimo
NON IMPORTA, COSTRUISCI
Se aiuti la gente, se ne risentirà
NON IMPORTA, AIUTALA
Dà al mondo il meglio di te, e ti prenderanno a calci
NON IMPORTA, DA' IL MEGLIO DI TE (S.Teresa di Calcutta)

 

 

 

 

 

 

 

 

1- L'EMPORIO SOLIDALE

1. PERCHE’ UN EMPORIO DELLA SOLIDARIETA’ A FOLLONICA ?

La crisi economica, che ha pesantemente investito anche i nostri territori, ha determinato una forte richiesta di aiuto presso le strutture caritative diocesane, in particolare quelle del Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative di Follonica. Questa crisi ha anche creato nuovi modelli di marginalità sociale, generando nuove condizioni di povertà economica.
Il progetto Emporio Solidale, promosso dalla Diocesi di Massa Marittima - Piombino, nasce dall'esigenza di aiutare le famiglie in difficoltà, proponendo un percorso educativo che riesca ad accrescere in loro il senso di responsabilità e autonomia. Non si esaurisce, quindi, nella distribuzione gratuita degli alimenti, ma promuove la cultura del consumo responsabile, la riduzione dello spreco e favorisce la solidarietà tra le persone e verso l'ambiente.
La realizzazione del Progetto “Emporio della Solidarietà” inizia nel 2016, come progetto 8x1000 della CEI, dalla collaborazione tra Caritas Diocesana e Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative di Follonica (Parrocchie, Caritas Parrocchiali, S. Vincenzo de Paoli, UNITALSI) e aderisce agli Empori della Solidarietà promossi dalla Caritas di Roma.
Il nostro territorio, del resto, si è già dimostrato sensibile, in questi anni, alla questione del recupero e della lotta allo spreco alimentare, con diversi donatori privati (supermercati, negozi, produttori agricoli locali, fornai e ortofrutta, pasticcerie, privati cittadini, aziende del territorio , associazioni di volontariato ) e pubblici (Amministrazione comunale, Scuole,…) che sostengono le distribuzioni alimentari, la gestione della Mensa dei Bisognosi , del Centro di Ascolto cittadino, della Distribuzione di vestiario per bambini ed adulti .
Il nostro territorio aveva già attivato nel passato risposte anticrisi consistenti:
1. dal 1997 Mensa dei Bisognosi
2. dal 2005 Centro di Ascolto cittadino
3. dal 2005 nascita del Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative
4. dal 2005 distribuzione interparrocchiale di generi alimentari da parte della S. Vincenzo de Paoli
5. dal 2005 distribuzione di vestiario presso le Parrocchie di Follonica
6. Dal 2005 progetto “Adotta un Bisogno” parrocchiale per accoglienza e accompagnamento familiare di soggetti/famiglie svantaggiati
Il gruppo di lavoro per la costruzione e realizzazione del presente progetto si è costituito nella primavera del 2015 per dare continuità alla distribuzione dei generi alimentari, promossa per tanti anni sul territorio, addirittura dal 1967, prevalentemente dalla S. Vincenzo de Paoli.
L' Emporio della Solidarietà ha sede in via Serri 33 a Follonica ed è operativo dal 7/3/2017

2. OBIETTIVI

Gli obiettivi che persegue il progetto Emporio della Solidarietà sono i seguenti:
-garantire la disponibilità all’ascolto, all’accoglienza dei nuclei familiari e delle singole persone che si trovano in una situazione di disagio temporaneo;
-dare una risposta concreta ai bisogni del nucleo familiare e delle singole persone attraverso la possibilità di ritirare gratuitamente generi di prima necessità;
-offrire interventi diretti alle famiglie per aiutarle ad affrontare la situazione di crisi, individuando le cause che sono all’origine del disagio e aiutandole a utilizzare le proprie potenzialità;
-sensibilizzare gli operatori, l’opinione pubblica e le istituzioni ad uno stile sobrio e sostenibile contro ogni tipo di spreco;
- analizzare l’area del disagio riguardante i nuclei familiari al fine di contribuire alla formulazione di nuovi obiettivi per il contenimento e risoluzione del disagio, anche promuovendo la sperimentazione e l'implementazione di nuove metodologie d’intervento.

3. DESTINATARI

Sono coloro che si trovano in difficoltà e disagio e che non riescono a sopperire alle loro primarie necessità. A costoro l'Emporio della Solidarietà intende offrire una possibilità concreta per superare la situazione di “crisi” momentanea e consentire, quindi, di aumentare il proprio livello di autonomia e autostima.
Per tali motivi gli interventi sono offerti per un periodo limitato (“Alzati e cammina”) al superamento della situazione di disagio (“Verso l’autonomia”).
Possono usufruire dei servizi offerti dall’Emporio quei nuclei familiari di cittadini italiani e stranieri e singole persone ammessi dal Centro di Ascolto del Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative di Follonica.

4. ORARIO DI APERTURA

L'Emporio rimarrà aperto il martedì dalle 15,00 alle 18,00 e il giovedì dalle 9,00 alle 12,00 tutte le settimane.

5. CRITERI PER L’AMMISSIONE ALL’EMPORIO

I nuclei familiari e/o singole persone che intendono richiedere i servizi offerti dall'Emporio della Solidarietà, dovranno rivolgersi, se in possesso dei requisiti necessari, al Centro di Ascolto Caritas sito in Via Serri, 33 a Follonica.

6. CARTA-PUNTI

Hanno diritto di accedere all’Emporio i soli nuclei familiari o le persone singole forniti della Carta-Punti. Al beneficiario viene consegnata una Carta-Punti (numerata e nominativa) simile ad una carta di credito a scalare, che gli consentirà di accedere all’Emporio per il ritiro “self-service” gratuito dei generi di prima necessità ivi presenti in base alla tipologia di prodotti disponibili ed in quantità stabilite dall'Emporio stesso.
Ogni beneficiario viene dotato di un quantitativo di punti mensile caricati sulla Carta con la quale è possibile “fare la spesa”. La merce sugli scaffali ha indicato un “prezzo”, espresso non in euro ma in punti. L’ammontare dei punti assegnati dipende dal numero dei membri del nucleo familiare e dalla presenza o meno di bambini di età inferiore ai due anni. Gli eventuali punti residui del mese precedente non sono cumulabili il mese successivo.

7. PRODOTTI DISPONIBILI PRESSO L’EMPORIO DELLA SOLIDARIETA’

I Responsabili dell’Emporio individuano l’elenco dei prodotti che dovranno essere sempre presenti all’interno dell’Emporio stesso. Per ogni prodotto presente sarà definita la quantità per persona o per famiglia che si rende disponibile o il numero massimo di confezioni prelevabili mensilmente. E’ responsabilità dell’Emporio decidere su quali prodotti mettere limiti o variarli se necessario; questo poiché la scelta non potrà prescindere dalle reali giacenze di magazzino.

2-BILANCIO COORDINAMENTO INTERPARROCCHIALE OPERE CARITATVE DI FOLLONICA  2016

 

Alcuni dati e stime

Nel corso del 2016 i centri di accoglienza del Coordinamento Opere Caritative di Follonica  hanno messo in evidenza una dimensione della povertà particolarmente significativa.

-214 sono stati i nuclei familiari che si sono rivolti al CdA di Via Serri, di cui 33 per la prima volta,  con problematiche spesso multidimensionali. In particolare, le più rilevanti, sono di seguito indicate:

·         Indigenza economica

·         Ricerca alloggi

·         Ricerca lavoro

·         Immigrazione

·         Salute, abilità diverse

·         Dipendenze

·         Detenzione in carcere

·         Disagio familiare riguardante in particolare le donne e i minori

·         Consulenze legali per singoli e famiglie in difficoltà

·         Senza fissa dimora

·         Istruzione

- 130 sono stati i cittadini Italiani e 84 quelli stranieri

Contemporaneamente sono stati realizzati anche interventi diversificati per affitti, materiale didattico e abbonamenti ferroviari per i figli, bollette varie, gas, spese mediche non mutuabili, biglietti ferroviari, buoni spesa e benzina, piccoli aiuti economici. 12 sono stati gli operatori per ca. 1200 ore liberate.  

- 205 sono invece coloro che hanno beneficiato di pacco viveri bimensile (per un totale di 2408 pacchi) e/o progetti di emergenza sociale presso il Centro di Via Serri. Complessivamente sono stati distribuiti alimenti per un valore stimato di  46258 euro . 126  sono state le famiglie italiane e 79 quelle straniere.11 sono i volontari impegnati per circa 6000 ore liberate per la solidarietà. 

- 17519 le presenze alla locale mensa cittadina, di cui ca. 59,2 % stranieri .  Il valore stimato del servizio mensa è pari a ca 90 mila €. 50 i volontari impegnati (in media 6 per 3 ore  giornaliere per 6500 ore di volontariato. Questo servizio è stato reso possibile dalla collaborazione tra Diocesi Massa M.ma - Piombino, Amministrazione Comunale, UNICOOP Tirreno , Huntsman Tioxide, CIS, Sidertirrenica e da numerose Associazioni o privati cittadini. 10 persone hanno operato presso la Mensa svolgendo attività di pubblica utilità come previsto dalla legge.

- 7 i posti resi disponibili per l’Emergenza abitativa “ Verso l’autonomia “ presso alcuni appartamenti di Follonica per famiglie mononucleari per tutto il 2016. Questo servizio è stato portato avanti in collaborazione con l’amministrazione Comunale di Follonica avvalendosi della prestazione di due educatori resi disponibili dalla Cooperativa Arcobaleno e si è rivolto prevalentemente a Richiedenti asilo nel nostro territorio.  

-2096 sono state le presenze totali (per una media di ca. 10  presenze  giornaliere) presso la Ex Colonia Marina nei mesi che vanno da Ottobre 2016 ad Aprile 2017 nel quadro del progetto: “Povertà estreme - Emergenza Freddo” , in collaborazione con la Coop il Nodo.

- 4 le presenze medie giornaliere durante il periodo ottobre 2016 –aprile 2017 presso il servizio docce in collaborazione con la Coop Il Nodo. Tale servizio , nel periodo estivo,  è utilizzato da molte più persone, con una media di circa 12.

- 825  le presenze presso il centro di distribuzione vestiario per adulti dell’Ex Chiesa di S. Paolo della Croce, di cui ca. 20 % donne. Le comunità più numerose che utilizzano questo servizio sono quelle del Nord Africa,  Nigeria e Senegal e in forma più limitata provengono dalla Romania, Ucraina, Albania, Centro America  e Italia (ca 5%) ; in modo sporadico da altre nazionalità e distribuito vestiario per un valore stimato di ca. 31 mila €.  5 volontari impegnati per complessive 1000 ore. 

- 350 i bambini assistiti presso l’Ex Parrocchia di S. Paolo della Croce e distribuiti indumenti e generi alimentari per l’infanzia a 180 famiglie, di cui 35 nuovi nuclei familiari.  150 famiglie immigrate da altri paesi (Romania, Ucraina, Macedonia, Pakistan, Marocco, Albania, Nigeria, Senegal, …). Sono stati distribuiti indumenti per un valore stimato di ca. 10590 €.  Ca. 1400 ore l’impegno di 6  volontari.

- Decine di coperte e beni di prima necessità sono stati distribuiti a persone in emergenza abitativa, in accoglienza notturna e senza fissa dimora che dormono in ripari di fortuna durante l’inverno.

- Attraverso il Progetto della Parrocchia di S. Leopoldo, di S. Paolo della Croce e Ss. Pietro e Paolo denominato “Adotta un Bisogno” e progetti vari della parrocchia N.S. di Lourdes  sono state aiutate situazioni di disagio del nostro territorio e dintorni  e sviluppati progetti per  complessivi 19072  €  provenienti dalle donazioni di queste comunità parrocchiali.  Sono stati inoltre sviluppati progetti di sostegno, accoglienza e promozione umana a persone senza fissa dimora nel tentativo di recupero e reinserimento nella società. Questo sia attraverso l’accompagnamento e la vicinanza delle comunità parrocchiali e sia con interventi economici mirati. Sono inoltre state fatte raccolte di generi alimentari di prima necessità per bambini e adulti. 

-Attraverso il Progetto “Farmaco Solidale”, promosso da, Forum del Volontariato, CIF, AVIS e Inner Wheel Club, sono state sostenute numerose famiglie per l’acquisto di Farmaci non mutuabili per un valore di ca. 5266 €.  

-5 sono i volontari che settimanalmente operano presso il carcere di Massa Marittima e supportano il Cappellano nei vari progetti di sostegno agli ospiti dell’istituto penitenziario con un impegno di ca 400 ore di volontariato e un investimento di ca. 1940  € .  Gli aiuti sono serviti soprattutto per l’acquisto di prodotti per l’igiene personale, per i momenti conviviali di Natale e Pasqua, per i regali di Natale ai detenuti e ai figli dei detenuti,per acquisto di calzature e indumenti. Inoltre sono serviti per l’acquisto di biglietti per detenuti, per corsi di Formazione e per raggiungere i luoghi di provenienza, per l’acquisto di tutto l’occorrente per celebrare la messa al carcere, per l’organizzazione del torneo di Calcetto, per il rinnovo di permessi di soggiorno per carcerati stranieri e aiuti mensili in generi alimentari.

- Ogni anno attraverso l’UNITALSI, con sede presso la Parrocchia dei Ss. Pietro e Paolo,  centinaia e centinaia di follonichesi e dintorni si sono recati  nei grandi santuari mariani sia come persone duramente provate dalla  sofferenza materiale e spirituale e sia come volontari barellieri e dame ; allo stesso tempo numerose famiglie di Follonica e dintorni sono state oggetto di visite domiciliari da parte di Volontari UNITALSIANI.

- ca. 68 mila € sono stati i contributi per famiglie in difficoltà del territorio (aiuti primari di sostegno alla persona e alla famiglia, progetto antisfratto, verso l’autonomia). Tale aiuto veramente significativo  è stato reso possibile dalla generosità delle Istituzioni ( Comune, Diocesi,..) , Aziende del territorio, famiglie , privati cittadini, Associazioni di Volontariato , Club, etc.

- Abbiamo accompagnato alcune famiglie in progetti di microcredito con la Regione Toscana, in collaborazione con la Misericordia di Massa Marittima. Tale collaborazione sta continuando, sia per portare a termine gli impegni presi nel 2016, sia per le nuove situazioni di grave bisogno che potranno presentarsi durante il 2017.

-Nel corso del 2016 sono stati sviluppati numerosi incontri formativi sia interni agli operatori del Coordinamento che rivolti al mondo del volontariato locale. Inoltre è stato progettato un Corso di formazione mirato agli operatori dei Centri di Ascolto diocesani.

-Si è progettato, per l’anno scolastico 2016-2017, un ciclo d’incontri con l’Istituto Comprensivo n. 1 di Follonica mirato alle classi IV e V elementari e alle II e III Medie di Via Gorizia, sui temi della “solidarietà” e della “diversità”

- Sono stati infine realizzati corsi di sostegno scolastico per ragazzi delle scuole medie in difficoltà  che hanno coinvolto 14 ragazzi delle Scienze Umane e 12 volontari per un impegno totale  di  ca 2000 ore. Abbiamo inoltre accompagnato gli alunni delle 3 medie fino agli esami finali per prepararli al meglio e per dare maggior supporto in questo impegno  così importante per loro e carico di tensione e insicurezze.

 

Che cosa vorremmo fare nel 2017.

 

Ø    Sensibilizzare e coinvolgere ulteriormente le comunità parrocchiali per la promozione  delle attività del Coordinamento Interparrocchiale sia attraverso pieghevoli informativi sia attraverso sistemi informativi vicariali e/o diocesani.  

Ø    Potenziare il Centro di Ascolto per accompagnare famiglie in difficoltà del nostro territorio  con una particolare attenzione alla dispersione scolastica.

Ø    Potenziare ulteriormente il progetto “Adotta un bisogno” di famiglie in difficoltà con interventi interparrocchiali comuni.

Ø    Proseguire il progetto di Servizio Civile regionale per tre giovani del nostro territorio.

Ø    Sviluppare ulteriormente il centro di distribuzione vestiario infanzia e adulti (Ex Chiesa S. Paolo della Croce-Via Amendola). A seguito della destinazione d’uso fatta dal Comune di Follonica al nostro Coordinamento della struttura della Ex Chiesa di S. Paolo della Croce, verranno apportati ulteriori  miglioramenti sia all’interno che all’esterno della struttura stessa proseguendo il progetto diocesano attivato nel 2016.

Ø    Potenziare i progetti Mensa e Distribuzione alimenti attraverso l’”Emporio solidale”, un progetto finanziato dalla Caritas Italiana con i progetti 8X1000 CEI e che sarà realizzato alla fine del 2016 inizio 2017 e sarà operativo dal mese di aprile del 2017.

Ø     Proseguire con gli inserimenti sociali presso la mensa e in generale in tutto il Coordinamento interparrocchiale.

Ø    Proseguire  il Progetto “Buon Fine ” per i generi alimentari con UNICOOP Tirreno e S. Vincenzo de Paoli.

Ø    Proseguire la Colletta alimentare nazionale con S. Vincenzo de Paoli e Banco Alimentare

Ø    Proseguire con le  Collette alimentari locali  insieme a sezione soci UNICOOP di Follonica e Castiglione della Pescaia e/o altri supermercati.

Ø    Proseguire con la sensibilizzazione al dono  all’interno delle Scuole di Follonica, presso le Parrocchie , le aziende del territorio e privati cittadini

Ø    Attivare collaborazioni operative con centri di solidarietà delle Colline metallifere e dintorni (Gavorrano, Scarlino, Massa M.ma, S. Vincenzo, Donoratico, Riotorto.…)

Ø    Potenziare il progetto “Farmaci solidali” con le farmacie di Follonica e dintorni;

Ø    Potenziare il Progetto “Il pane quotidiano” con i forni di Follonica e altri negozi , bar ,etc.;

Ø    Sviluppare ulteriormente il Progetto “Sport e volontariato”: sviluppare eventi con associazioni sportive del territorio su temi di socializzazione e solidarietà, con particolare riferimento al Torneo di Calcetto da organizzare insieme alla Caritas Diocesana e al Carcere di Massa M.ma;

Ø    Proseguire e potenziare il Progetto di Aiuto alimentare con visite domiciliari a famiglie bisognose

Ø    Sostenere cittadini italiani e stranieri in indigenza estrema in collaborazione con Amministrazione comunale , Società della Salute e società civile.

Ø    Proseguire l’accompagnamento “verso l’autonomia” di cittadini rifugiati politici e/o richiedenti asilo presenti sul territorio.

Ø    Partecipare attivamente ai progetti della Commissione Interculturale dell’Amm.ne comunale.

Ø    Collaborare con il  Forum per il  Volontariato alle attività di questa Associazione nella realizzazione di Corsi di formazione e alla realizzazione della Primavera di Volontariato follonichese..

Ø    Sviluppare corsi di formazione su ascolto, accoglienza e progettualità per gli operatori della carità.

Ø    Proseguire i Progetti Scuola – Volontariato  con particolare riferimento alle Scuole elementari e medie inferiori della nostra città.

Ø    Sviluppare corsi di formazione all’interno del carcere di Massa Marittima

Ø    Realizzare Cucina Interparrocchiale presso la Chiesa di S. Paolo della Croce

Ø    Progettare unificazione della Cucina,  del Refettorio e dell’Oratorio presso la Chiesa di Ss. Pietro e Paolo di Senzuno con l’ausilio dei progetti 8 X 1000 di Caritas Italiana

Ø    Sostenere e sviluppare  Progetti Policoro promossi dalla Diocesi di Massa M.ma - Piombino.

 

“…Guardare la nostra gente non per come

  dovrebbe essere ma per com’è  e vedere      cosa è necessario..”  

 (Papa Francesco)

Ringraziamenti

 

Dedichiamo questo spazio ai ringraziamenti di chi in questi anni è stato vicino (e continua a farlo!) ai bisognosi dei nostri territori attraverso il Coordinamento Interparrocchiale Opere Caritative di Follonica. Pur rischiando di tralasciare qualcuno (che spero ci perdonerà) diciamo grazie di cuore:

A tutti i Volontari che in questi anni si sono avvicinati alle varie realtà del Coordinamento Interparrocchiale ed hanno reso possibile questo progetto con la loro disponibilità e servizio.

Alle quattro parrocchie di Follonica; all’Amministrazione comunale che in questi anni, oltre alla fornitura dei pasti, ci è sempre stata vicina.

Alla Diocesi di Massa M.ma – Piombino e alla Caritas Diocesana per la condivisione del Progetto. Ai Servizi Sociali del Comune di Follonica e della Società della Salute per la preziosa collaborazione.

Alla Huntsman Tioxide di Scarlino per la generosità in aiuti economici per il sostentamento della Locale mensa e per l’aiuto alle persone bisognose del territorio con pacchi natalizi.

All’UNICOOP Tirreno Supermercato di Follonica e Castiglione della Pescaia per l’aiuto con il progetto “Buon fine” che consente di sopperire alla grande affluenza di ospiti presso la Mensa cittadina, e alla Sezione Soci locale per i progetti di Colletta alimentare e Trekking solidale.

Alle Aziende del territorio che sostengono con grande attenzione il nostro progetto, in particolare la Sidertirrenica, CIS, Solbat, Petri – Movimento Terra, Ouverture Service di Enrico Norcini, Sammontana, Cooperativa Sociale “Il Nodo” e Arcobaleno, F.lli Cocchetti Valpiana, Infotirrena S.r.l., G. Manni & C. S.r.l., alla Libreria Chiti di via Roma, alla ditta Boncioli di Bagno di Gavorrano, a Fredditalia di Castiglione della Pescaia; alla famiglia Bracci. Alla famiglia Bicocchi di Follonica. A Virginio e Lorenzo Riparbelli. Alla FederCuochi Grosseto. Alla ditta Iacopo Ricceri per i viaggi a Firenze per il Banco Alimentare. Alla Agenzia Farolito, a Elettrogas Tommi Stefano, alle Farmacia S.Antonio e alla Farmacia Comunale. Alla Elettrofollonica di Emiliano Fabiani per i lavori alla Ex Chiesa di S. Paolo della Croce. Allo Studio Pellegrinetti per la realizzazione dei vari progetti. Alla fam di Valeria Galgani per l’arredamento dell’Emporio, a Luana e Marcello Roncetti, alle fam. Mercantelli, Cantini, Splendore, Martelli e Brunetti, Pettirosso. Alle Scuole, al Comprensivo 1 e 2 , alle Scuole Superiori, ai Gruppi del Catechismo delle Parrocchie e alle Suore di Follonica per la condivisione di  progetti di solidarietà e attenzione alle diversità.

Ai Panifici Mantovani, Mura, Laura, Patrizia e alla Pasticceria Peggi. Ai Bar Bellini, La Pineta e D’Amore, Impero, Beba. Alle pizzerie “Da Nadia”, da Mario’s, Popeye, Raggio di Sole, Senz’Uno. All’Azienda Vinicola Il Pupillo, a Bolognesi Alfonso e famiglia, all’Azienda Bartoli di Pian d’Alma, alla Corte dei Tusci, alla Conad, al Salumificio Franchi, al Caseificio Ranieri, all’ Imposto, al Pastificio Maremmano di Roccastrada, al Racing Club Follonica, agli Hotel Piccolo Mondo e Parrini e a tutti i commercianti, artigiani del comune di Follonica e dintorni che in vario modo sono stati vicini in questi anni con particolare riferimento alla Mensa interparrocchiale .

Alle Forze dell’ordine e di vigilanza (Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Costiera, Forestale, Polizia Municipale), alla A.N.C.-Sezione di Follonica per la preziosa collaborazione. Alla stampa locale e diocesana per l’attenzione ai vari progetti.

Alle Associazioni di Volontariato che ci hanno sostenuto continuamente, sia con mezzi materiali sia con risorse umane, in particolare l’AVIS , Il Forum del  Volontariato e il CIF , il Gruppo Volontariato Follonica, la CRI e tutte le Associazioni aderenti al Forum del Volontariato; Centro Auser “I Tre Saggi”, Auser Filo d’Argento, il Circolo Velico Cala Violina, il Coro Goitre, Corale Don Bosco, Leopoldo Gospel Choir, l’ASD La Pineta – Burraco Follonica per Burraco Solidale, il Comitato “Villa Arzilla” e agli ex alunni della 3°E, Amici del Golfo, le Associazioni Sportive Follonica Calcio e Pallavolo. Ai Lions Club Alta Maremma;al Kiwanis , al Rotary  e all’ Inner Wheel Club di Follonica per l’impegno e il sostegno alle varie iniziative.

A tutte le famiglie di cittadini follonichesi che in vari momenti dell’anno, alcuni addirittura con cadenza mensile, sono vicine ai bisogni delle persone in difficoltà con aiuti economici o alimentari o di vestiario. A tutti i gruppi o privati cittadini che in vario modo e in differenti occasioni, anche in memoria di congiunti o amici, spesso in modo anonimo, ci hanno aiutato sia con somme di denaro sia con generi alimentari .

 A Natale Cantini, per la testimonianza della sua vita donata alla Chiesa e alla Città. A tutte le persone nel bisogno, che abbiamo incontrato nel nostro servizio giornaliero e che ci hanno consentito di incontrare il Signore. Al Signore, perché “ Se il Signore non costruisce la casa, invano faticano i costruttori”. (Salmo 127,1)

Fate il bene

Fate tutto il bene che potete
con tutti i mezzi che potete,
in tutti i modi che potete,
in tutti i luoghi che potete,
tutte le volte che potete,
a tutti quelli che potete,
sempre, finché potrete. (John Wesley)

 

3-BILANCIO DELLA SAN VINCENZO DE PAOLI - Conferenza "SAN LEOPOLDO" FOLLONICA

1967 - 2017 CINQUANT'ANNI AL SERVIZIO DEI BISOGNOSI DI FOLLONICA

BILANCIO ATTIVITA' ANNO ASSOCIATIVO 2016
NUMERO delle famiglie assistite 205
Non italiane 79...
Italiane 126
Con bambini tra 0/3: 23
PERSONE RAGGIUNTE 8360
PACCHI DISTRIBUITI 2.408
PACCHI INFANZIA 332
VALORE MEDIO PACCO euro 19,2
QUANTITA'ALIMENTI DISTRIBUITI: KG. 28.462
VALORE ALIMENTI distribuiti 2016: euro 46.258
“FORNITORI VOLONTARI"euro 38.209
ACQUISTATI IN PROPRI euro 6328
STIMA IMPEGNO VOLONTARI ore: 6.000